Il primo approccio con la chitarra avviene all’età di 9 anni, quando, osservando affascinato dapprima il cugino e successivamente il fratello suonare questo strumento decide di cimentarsi anche lui, da autodidatta, nello studio della “sei corde”, tanto che a 10 anni già fa parte, quasi per gioco, di una piccola band. A 15 anni un compagno di classe gli presta una videocassetta con su scritto: “Queen Wembley 86″…” credevo fosse un film porno sotto mentite spoglie… invece era davvero il più grande concerto della storia del rock! Per poco non bruciai le testine del vecchio VHS a furia di vederlo e rivederlo tentando di emulare le gesta del grande Brian”. A 16 anni intraprende seriamente lo studio della chitarra col maestro Federico Di Fazio e a 18 riceve la sua prima chitarra elettrica come regalo di compleanno da parte dei suoi genitori. I primi anni dell’università sono caratterizzati dal gran numero di cover band nelle quali si ritrova a suonare, fino ad arrivare alla formazione definitiva con i “demodé” con la quale si esibisce nel “classico” circuito dei pub con non poche soddisfazioni. Quando pensava di aver ormai smesso con le esibizioni dal vivo… IL MIRACOLO…L’ingresso nei “Miracle – Italian Queen Tribute Band”.